venerdì 4 maggio 2012

60 metri quadri diviso 4 esseri umani


Tutto è sospeso...



Da mesi ormai attendo una "chiamata alle armi"! In realtà sono molto fortunata e non dovrei lamentarmi: avrò probabilmente a breve il mio "posto fisso", grazie a un concorso pubblico fatto tre anni fa. No, non posso proprio lamentarmi...

Il problema è che non so bene i tempi. Potrebbe essere quest'anno, a giugno. Altrimenti l'anno prossimo, quando hanno dichiarato di voler esaurire tutte le graduatorie.
Ma la cosa davvero complicata è che non so DOVE mi manderanno. Potrebbe essere ovunque (o quasi) in Italia!

Questo vuol dire che da mesi attendiamo notizie e non riusciamo a decidere per tante cose... Prima tra tutte, una casa più grande e un bel trasloco!!!

Se dovessero chiamarmi a giugno, dovrò cercare casa lì dove andrò. Ma se resto qui, dovrò traslocare lo stesso, perché a fine settembre da tre diventeremo quattro e in 60 mq proprio non ci entriamo più!

Ebbene, io non sono un tipo zen. Accumulo. Accumulo tantissimo: libri e libri, cose e cose. Non c'è un centimetro di muro o di pavimento che sia libero ormai!
In una sorta di horror vacui, anche il bianco è bandito e, dove non ci sono cose, c'è colore!

Paul Klee, Paesaggio con uccelli gialli, 1923

Ecco, si dà il caso che ora il nostro spazio è del tutto fuori controllo. L'arrivo di Bia ha stravolto quell'armonia da sovrapposizione studiata che m'illudevo di aver creato con il mio disordine. Tutto va per conto proprio, specie le cose che lei sparge sistematicamente. Anche le mie scarpe vanno magicamente in giro e le ritrovo dappertutto... Le bimbe hanno una passione per le scarpe!

Vorrei inscatolare tutto quello che non è strettamente essenziale, ma non so dove mettere le scatole. E non so buttare! Credo di avere una qualche sindrome gravissima in tal senso!

Kazimir Severinovič Malevič, Quadrato bianco su fondo bianco, 1919

Voi riuscite a buttare quello che non serve? Cioè, dico, vi dirigete proprio verso la spazzatura e vi lanciate l'oggetto in questione senza rimorsi? Mi spiegate come si fa?

9 commenti:

  1. ti capisco anche io vivo in 60 mq per ora in 3, forse un giorno in 4 o forse no.... è tutto un gioco di incastri ogni cosa deve avere il suo posto ma poi prende la mano il nostro disordine cronico ed è tutto un caos, ci abbiamo fatto l'abitudine anche perchè di più proprio non possiamo.....

    RispondiElimina
  2. adorata se affitti casa, pensami tanto. santino

    RispondiElimina
  3. Stefy, noi siamo stati benissimo (o quasi) per tre anni (l'età di Bia), ma l'arrivo del quarto ci terrorizza, anche perché non sappiamo bene dove farlo dormire!!! :)

    Madame, ti penserò comunque! Nel caso, ti faccio sapere... :)

    RispondiElimina
  4. Mi piace molto il tuo blog e l'uso di dipinti...ti seguo!

    RispondiElimina
  5. Grazieeee, MadreCreativa!!!! Non sai che gioia mi ha dato leggere il tuo commento! Era una giornata un po' storta e ora mi sento molto meglio!!!! Vado subito a curiosare nel tuo blog!

    RispondiElimina
  6. Ciao!!! Che bello,avevo il tuo blog registrato...era da tanto che non venivo da queste parti....e....zac!!! Bellissima sorpresa!!!! Ma lo sai che anche io diventerò mamma a fine settembre?...non trovo la tua mail!! Ci dobbiamo sentire! Un abbraccio a tutta la famiglia! Paola tua ex companera de piso en donosti!!!!!! Baciiiiiiiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paoletta!!!! Ti rispondo via e-mail!!!!

      Elimina
  7. Ciao Fì, ho trovato molte affinità anche nelle risposte che hai dato in giro ;) Io ci sono passata, noi siamo ancora in tre ma per far la stanza alla bimba sullo stesso piano ho dovuto rivoluzionare completamente tutto (casa nostra è su due livelli e il sotto è circa come casa tua, sopra c'era il mio studio) e ristrutturare abitandoci, quindi ho dovuto inscatolare, buttare, disinscatolare, buttare, donare, vendere...
    Se sono abiti io non butto mai, o sono distrutti ;) e allora ne faccio un uso mirato nei lavoretti che faccio con mia figlia, o sono in buono stato e li regalo a un'associazione che accoglie ragazze madri e famiglie disagiate. Se sono in OTTIMO stato metto via ;) non si sa mai... Comunque in questo periodo di ristrutturazione ho capito che mi servono meno cose e che sì, è bello tenere tutti i bigliettini di auguri che ti hanno fatto (ho ritrovato con commozione quelli dei nonni che non ci sono più) ma questo genera una pesante zavorra e bisogna fare selezione. Insomma è complicato trovare un equilibrio tra decluttering selvaggio e ricordi che non vorresti buttare. L'ideale è comprare meno ;) o trovare forme alternative (p.e. io sto cominciando a comprare ebook non sempre ma per alcune cose sì)
    ciao e buon "riordino"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cì! Grazie anche per il lungo commento! :)
      Io ho iniziato questo terribile lavoro di smaltimento e messa in ordine, ma è molto faticoso... Però dopo ci si sente più liberi e leggeri! :)
      Noi ormai non compriamo quasi nulla, perché tanto non sapremmo dove mettere le cose, ma i libri sono qualcosa di irrinunciabile... gli ebook non hanno l'odore della carta stampata, non hanno quella consistenza fisica, non conservano i piccoli segni rispettosi del nostro passaggio sulle loro pagine... Mi sa che continueremo ad ammucchiare libri ovunque!!! :)

      Elimina